alt

Impiego

 

Come si usa 

il nostro 

pavimento sopraelevato?

 

  Massetto Tecnologico senza logo JVP

 

Il pavimento sopraelevato accessibile è un prodotto conosciuto ed utilizzato nelle costruzioni di tutto il mondo oramai da molti anni. Oggi può trovare anche nuovi impieghi finora neppure immaginati, seguendo filosofie tecniche d’impiego assai innovative. Lasciatevi accompagnare da noi JVP in un breve percorso di conoscenza. 

 

alleggerire di almeno 120 kg/m2 il carico statico sul solaio 

 

rendere ispezionabili gli impianti a pavimento

 

Generalmente, i solai tra un piano e l’altro degli edifici, siano essi del tipo metallico, in legno, in cemento armato o misti, sono costituiti da una parte strutturale che assicura la portata e da una parte non strutturale che svolge altre funzioni.

La parte strutturale è indispensabile e viene calcolata considerando quanto peso al massimo potrà essere caricato sul solaio. Questo peso, oltre che dal solaio vero e proprio, è costituito dai soffitti del piano sottostante, dai massetti per gli impianti e da quelli per il pavimento, dal pavimento stesso e dalle persone e cose che poi verranno caricate sul piano finito. 

  

La parte non strutturale ha quindi una grande influenza nel calcolo dei solai: meno pesa in totale, meno resistente e quindi meno costoso potrà essere il solaio che viene calcolato. 

Anche il calcolo delle fondamenta e delle strutture verticali, come i pilastri od i muri portanti, viene sensibilmente influenzato dai pesi totali che graveranno sui solai: più essi risulteranno contenuti più semplici e quindi meno costose potranno essere le strutture verticali. 

Perfino il calcolo antisismico viene notevolmente influenzato dal peso totale dei solai: meno masse in movimento durante il possibile terremoto ci saranno, minori potranno risultare la complessità e quindi il costo delle strutture verticali.

Per ridurre costi e consumi, non considerando il solaio strutturale, il soffitto sottostante ed I pavimenti sovrastanti, che non possono venire modificati dall’eventuale cambio dei massetti, resta da lavorare solo sui massetti stessi.

Un massetto per gli impianti è uno strato di cemento e sabbia, con o senza componenti leggere miscelate, che serve a livellare la superficie del solaio strutturale ed a proteggere I tubi degli impianti di riscaldamento, idraulici, elettrici, telefonici e telematici: per essere efficace di solito ha uno spessore di circa 5 /8 cm e quindi un peso di circa 110/115 kg per ogni m2

Un massetto per I pavimenti è uno strato di cemento e sabbia, con o componenti leggere miscelate, che serve a livellare la superficie del sottostante massetto per gli impianti, rendendola sufficientemente liscia ed orizzontale, così da poter ricevere i pavimenti di finitura: per essere efficace, di solito ha uno spessore di circa 3 /4 cm e quindi un peso di circa 60/65 kg per ogni m2. 

Per controllare l’isolamento termico e quello acustico è poi necessario interporre tra i massetti delle speciali guaine che hanno costi di fornitura e posa non trascurabili. 

Come minimo il peso totale dei massetti risulta essere quindi di circa 170/180 kg per m2 di solaio, e questo peso influenza notevolmente i calcoli delle fondamenta, dei solai portanti, delle strutture verticali e quelli antisismici: molte materia prime, molto lavoro e molti soldi impiegati per pesi che non servo a nulla! 

Infatti, i massetti di sottofondo per gli impianti e per i pavimenti possono venire efficacemente sostituiti da un unico elemento costruttivo che assommi in se tutte le funzioni quali, creazione dello spazio per gli impianti, livellamento delle quote dei solai, lisciatura per la posa dei pavimenti, isolamento acustico, isolamento termico, il tutto con costi e pesi enormemente inferiori: questo, semplicemente, è il nostro pavimento sopraelevato accessibile JVP 4x4 che pesa non oltre 45 kg per m2!

 

 
^ top